Get Adobe Flash player

VCNT - Visitorcounter

Today73
Yesterday68
Week73
Month734
All75358

Currently are 6 guests and 3 members online


Kubik-Rubik Joomla! Extensions

Video proposti

Download Video: MP4, WebM, Ogg
HTML5 Video Player by VideoJS

L’operazione di salvataggio consiste nel prestare soccorso a persone la cui vita sia in pericolo. In acqua s’intende l’opera di soccorso diretta a trarre in salvo persone in pericolo di affogare, e imbarcazioni, navi, in procinto di fare naufragio o di affondare (Vocabolario Treccani).

Il livello di pericolo è dato sia dallo stato del pericolante, sia dalla difficoltà nel trarlo in salvo.

Lo stato del pericolante è relativo al suo status in mare e alla sua condizione psico-fisica. Può trovarsi su di un galleggiante o di un imbarcazione alla deriva, incapace di ritornare a riva, ma in buono stato psico-fisico; in assetto positivo: in acqua, galleggia ma chiede di essere assistito perché stanco, o colpito da crampi o da malore; in assetto negativo: in acqua, inanimato, o si agita in procinto di perdere le forze, o è esagitato.

Il livello di difficoltà è riferito all’Unità Cinofila e dipende dalle condizioni del mare, dalla distanza dalla riva e nel caso di un galleggiante o un’imbarcazione dallo sforzo di traino. La difficoltà dell’operazione di salvataggio può essere nel complesso: semplice, media o elevata.

Al 2017 la UC Flash in 7 anni di servizio operativo ha in attivo circa 250 giorni effettivi fra servizio volontario e ufficiale. Secondo la definizione, molti casi di intervento della UC Flash non vengono a connotarsi come salvataggi, ma come interventi preventivi o di assistenza. Questi casi comprendono l'assistenza in caso di ribaltamento di imbarcazioni, per persone distanti con mare mosso o agitato, aiuto nella risalita su imbarcazioni, interventi di soccorso per malori o infortuni sulla spiaggia, ritrovamento di dispersi sulla spiaggia, trasporto di persone affaticate a rive. Di seguito sono riportate nel dettaglio le operazioni di salvataggio in cui palesemente i pericolanti non erano in grado di guadagnare la riva da soli e in cui la UC Flash ha preso parte attiva nel trarre in sicurezza i pericolanti. Attualmente la UC Flash ha partecipato a 19 operazioni di soccorso. 9 operazioni sono state svolte in collaborazione con altre UC e 10 singole.


Operazione  1: recupero pericolante – 14 luglio 2010

Luogo: Miseno (NA), Scogliera di Cala Moresca.

Pericolante: femmina di mezza età.

Stato della pericolante: non in immediato pericolo di vita, in assetto positivo con mare lievemente mosso.

Livello di difficoltà: semplice.

Descrizione dei fatti: ore 12,30. La pericolante stazionava in acqua al centro di un tunnel che aveva precedentemente attraversato in favore di corrente in località Cala Moresca, ma non riusciva più a ritornare controcorrente. La UC Flash operava pattugliamento in acqua, quando la signora richiamava l'attenzione facendo gesti con il braccio. Dopo essere stata raggiunta, valutata la situazione, le è stato consentito di agganciarsi al cane per essere trainata per circa 50m fino alla scaletta di risalita.


Operazione  2: recupero pericolanti su natante – 2 luglio 2011

Svolta in collaborazione con le UC Rambo (conduttore Gianfranco Martorelli) e Kira (conduttore Antonio Morricone).

Luogo: Centola (Palinuro, SA), Spiaggia delle Saline, presso il lido La Torre.

Pericolanti: 2 bambine di 9 e 11 anni in assetto positivo con mare mosso.

Stato delle pericolanti: non in immediato pericolo di vita, perché aggrappate ad un materassino, ma in balia della corrente

Livello di difficoltà: medio, per mare mosso.

Descrizione dei fatti: ore 11,40. Le 2 pericolanti erano state trascinate dalla forte corrente di risacca a circa 120 metri dalla riva, 200m sulla destra della posizione della più vicina UC. Avvistate dalle UC presenti sul luogo sono state rapidamente raggiunte prima con una rapida corsa sulla spiaggia, per posizionarsi nel punto più vicino, poi a nuoto. Le UC Flash e Rambo provavano a trascinare il materassino a cui erano aggrappate le bambine, ma la forte corrente di risacca rendeva difficile il movimento di rientro. Quindi, si decideva di abbandonare il materassino e attaccare le pericolanti alle speciali imbragature galleggianti dei cani Rambo e Flash. Intanto arrivava in supporto anche la UC Kira. Arrivati nella zona dei frangenti le bambine sono state prese in braccio e accompagnate fino a riva in sicurezza.


Operazione 3: recupero pericolante – 2 luglio 2011

Svolta in collaborazione con le UC Rambo (conduttore Gianfranco Martorelli) e Kira (conduttore Antonio Morricone).

Luogo: Centola (Palinuro, SA), Spiaggia delle Saline, presso il lido La Torre.

Pericolante: femmina di mezza età.

Stato della pericolante: in immediato pericolo di vita, in assetto negativo passivo con mare molto mosso.

Livello di difficoltà: elevato, per forti correnti di risacca.

Descrizione dei fatti: ore 12,30. La pericolante era avvistata a circa 150m dalla riva dalle UC presenti sul luogo, che decidono di partire tempestivamente a nuoto e con il supporto di un pattino di salvataggio condotto da Gianfranco Martorelli. La pericolante veniva rapidamente e tempestivamente agganciata dalla UC Flash (in quella circostanza senza l’ausilio del cane) e trasportata in prossimità del pattino, dove era sostenuta, in attesa di trasferirla alla UC Kira per il trasporto a riva in sicurezza, in quanto il pattino era a rischio di ribaltamento.


 Operazione 4: recupero pericolante – 2 luglio 2011

Svolta in collaborazione con la UC Rambo (conduttore Gianfranco Martorelli).

Luogo: Centola (Palinuro, SA), Spiaggia delle Saline, presso il lido La Torre.

Pericolante: maschio di circa 25 anni.

Stato della pericolante: in immediato pericolo di vita, in assetto positivo colpito da crampi con mare molto mosso.

Livello di difficoltà: elevato, per forti correnti di risacca.

Descrizione dei fatti: ore 13,00. Viene avvistato il pericolante in difficoltà a circa 150m dalla riva dalle UC. Uno dei bagnini del lido e la UC Gianfranco Martorelli (senza il suo cane) lo raggiungeva a nuoto, ma, per la forte corrente di risacca, non riuscivano a trainarlo efficacemente. Subito dopo arrivava la UC Flash, che sostituiva i bagnini e riusciva ad evitare la corrente di risacca seguendo un percorso obliquo e trascinando il pericolante per circa 20m; distanza sufficiente per agganciare il cavo di sicurezza trasportato da un altro bagnino. Tutti i componenti in acqua si attaccavano al cavo, ma gli operatori a riva non riuscivano a ritirare il gruppo per il forte peso. Per evitare il rischio di una rottura del cavo la UC Flash si staccava per ritornare a nuoto con notevole difficoltà e rischio a causa delle condizioni del mare particolarmente avverse.


 Operazione 5: recupero pericolanti – 3 luglio 2011

Operazione svolta in collaborazione con le UC Rambo (conduttore Gianfranco Martorelli) e Sasha (conduttore Domenico Sparavigna).

Luogo: Centola (Palinuro, SA), Spiaggia delle Saline, presso il lido La Torre.

Pericolanti: 2 maschi di circa 60 anni.

Stato dei pericolanti: in immediato pericolo di vita, uno in assetto positivo, l’altro negativo con mare molto mosso.

Livello di difficoltà: elevato, per forti correnti di risacca.

Descrizione dei fatti: ore 17,50. 2 persone erano avvistate dalle UC a circa 130m dalla riva, ma il sole frontale non consentiva di valutare l’effettiva difficoltà dei 2 uomini. Quindi la UC Sasha era inviata in perlustrazione e dopo circa 50m di nuoto segnalava l’effettivo pericolo. Immediatamente partivano le altre 2 UC presenti: Flash e Rambo, più 2 bagnini a bordo di un pattino di salvataggio. Il primo pericolante in assetto positivo era tratto in salvo dalla UC Flash. Tuttavia, le condizioni del pericolante privo di forza nell’area delle acque basse rendeva necessario lasciare il cane per cinturarlo in modo da proteggerlo dai frangenti. L'altro pericolante era trasportato dalla UC Sasha, fino al pattino su cui era caricato e poi consegnato alla UC Flash nella zona dei frangenti per il riporto a riva, in quanto il pattino in quell’area era a rischio di ribaltamento. Intanto uno dei bagnini tuffatosi in acqua dal pattino era risultato in difficoltà per lo sforzo profuso e trovava grosso beneficio a farsi trasportare dal cane Flash fino alla zona delle acque basse.


 Operazione 6: recupero pericolante – 14 luglio 2011

Luogo: Marina di Santa Maria del Cedro (CS) presso lido Miami Beach.

Pericolante: maschio di circa 40 anni.

Stato del pericolante: in immediato pericolo di vita, in assetto positivo, colpito da crisi d'ansia con mare calmo.

Livello di difficoltà: semplice.

Descrizione dei fatti: ore 10,00. La UC Flash avvistava un uomo a circa 250m dalla riva. Seguito con il binocolo per circa 3 minuti non dava segni di reattività rassicuranti. Al fine di verificare lo status fisico della persona e avvertirla che si trova ben oltre la zona di balneazione e sprovvisto di boa di segnalazione, era raggiunto dalla UC a nuoto in pochi minuti. Avvertito del pericolo l'uomo faceva cenno di volersi avvicinare alla riva, ma dopo qualche decina di metri di nuoto, richiamava l’attenzione della UC a voce e comunicando di non sentirsi bene per una crisi di ansia in corso. Quindi, il pericolante era agganciato e fatto attaccare all'imbragatura galleggiante del cane per trasportarlo per oltre 200m fino a riva in sicurezza. Durante il trasporto il pericolante, visibilmente scosso, veniva assistito e rassicurato per scongiurare l’eventuale insorgere di una crisi di panico.


 Operazione 7: ricerca disperso in acqua – 24 luglio 2011

Svolta in collaborazione con le UC Darko (conduttore Dario Gareri) e Sasha (conduttore Domenico Sparavigna).

Luogo: Stalettì (CZ), spiaggia di Caminia, lato Sud.

Pericolante: giovane di 20 anni disperso.

Stato del pericolante: non in immediato pericolo di vita.

Livello di difficoltà: semplice.

Descrizione dei fatti: ore 16,00. Era segnalata la scomparsa di una persona nell'area Sud della spiaggia di Caminia e allertato il 1530. La UC Dario Gareri con il cane Darko, in pattugliamento nella zona, comunicava l'emergenza via radio alla postazione fissa. Immediatamente partivano le UC Flash e Sasha. Arrivati rapidamente in zona tutte le UC si tuffavano in acqua per iniziare un pattugliamento lungo la scogliera. Il disperso veniva avvistato, raggiunto e scortato in sicurezza fino a riva.


 Operazione 8: recupero natante – 22 Agosto 2011

Luogo: Carovigno (Br), spiaggia di Torre Guaceto.

Pericolanti: 2 bambini e 1 adulto in assetto positivo.

Stato dei pericolanti: non in immediato pericolo di vita, perché a bordo di un canotto alla deriva per vento forte da terra, ma incapaci di ritornare a riva.

Livello di difficoltà: elevato, per sforzo di traino.

Descrizione dei fatti: ore 11,00. La UC Flash avvistava un canotto con 3 persone a bordo, visibilmente in difficoltà a più di 100 metri dalla riva, trascinato al largo dal forte vento da terra. Valutata la situazione la UC raggiungeva i pericolanti e agganciava il canotto con una cima alla speciale imbracatura del cane, per trascinarlo con a bordo i 3 pericolanti per circa 30m fino alla zona delle acque basse in sicurezza.


Operazione 9recupero pericolanti su natante – 22 luglio 2012

Luogo: Centola (Palinuro, SA), Spiaggia delle Saline, presso il lido Le Dune.

Pericolanti: 2 adolescenti e 1 bambino.

Stato dei pericolanti: non in immediato pericolo di vita, perché a bordo di un materassino matrimoniale alla deriva per vento da terra.

Livello di difficoltà: medio, per sforzo di traino.

Descrizione dei fatti: ore 12,00 circa. La UC Flash effettuava pattugliamento su pattino di salvataggio, quando il bagnino mediante fischietto attirava la sua attenzione dalla riva mostrando il materassino al largo con tre persone sopra in prossimità di una boa a 200 metri dalla riva. La UC raggiungeva i pericolanti e verificata la loro incapacità di ritornare a riva, lanciava il cane in acqua verso il materassino indicando ad uno dei ragazzi di aggaggiarsi al cavo legato alla speciale imbracatura del cane. Quindi, il natante era trascinato per circa 150m fino alla zona delle acque basse in sicurezza.


Operazione 10: recupero gommone in avaria – 29 luglio 2012

Luogo: Castellabate (Ogliastro, SA), presso l'hotel Punta Licosa.

Pericolanti: 5 adulti.

Stato dei pericolanti: non in immediato pericolo di vita, perché a bordo di gommone in avaria.

Livello di difficoltà: elevato per notevole sforzo di traino.

Descrizione dei fatti: ore 12,30 circa. La UC Flash effettuava pattugliamento su canoa, quando avvistava a circa 200m dalla riva un gommone in avaria. Il conduttore tentava di avvicinarsi alla riva agganciandosi ai cavi delle boe, ma con scarso successo. La UC raggiungeva i pericolanti e dopo aver verificato l'effettivo bisogno di aiuto si lanciava in acqua con il cane verso il gommone per agganciare una cima alla speciale imbracatura del cane e trainarli fino a riva.


Operazione 11: recupero pericolante – 8 agosto 2012

Luogo: Centola (Palinuro, SA), Spiaggia delle Saline, presso il lido Le Dune.

Pericolante: femmina circa 30 anni.

Stato della pericolante: non in immediato pericolo di vita.

Livello di difficoltà: semplice.

Descrizione dei fatti: ore 9,30 circa. La UC Flash avvistava una donna a circa 150m dalla riva in evidente difficoltà di nuoto. Al fine di verificare il suo status fisico, la persona era raggiunta dalla UC a nuoto in pochi minuti. La donna, in assetto positivo, comunicava di essere stata colpita da crampi. Pertanto la pericolante era immediatamente soccorsa e, considerato il suo stato psichico sereno, fatta agganciare all'imbragatura galleggiante del cane per trasportarla in sicurezzafino a riva.


Operazione 12: recupero pericolante – 7 agosto 2013

Luogo: Centola (Palinuro, SA), Spiaggia delle Saline, presso il lido Le Dune.

Pericolante: bambina di circa 6 anni.

Stato della pericolante: in immediato pericolo di vita.

Livello di difficoltà: semplice.

Descrizione dei fatti: ore 18,45 circa. La UC Flash, terminato il servizio di volontariato da circa 45 minuti, si attardava sul lido con amici. Pertanto il cane non era più equipaggiato per il salvataggio e la UC non operativa. Improvvisamente l'attenzione della UC veniva richiamata da un venditore ambulante che indicava una bambina in difficoltà a circa 20 m dalla riva che nel tentativo di seguire il padre al largo si trovava in forte affanno e gridava nel tentativo di richiamare l'attenzione del padre. Valutata la situazione la UC decideva di tuffarsi tempestivamente, quindi senza l'uso del cane, che avrebbe richiesto tempo per equipaggiarlo nuovamente. Raggiunta in pochi secondi, la bambina era messa in sicurezza e consegnata al padre che soggiornava sulla secca antistante.


Operazione 13: recupero pericolante – 16 agosto 2014


Operazione di squadra (caposquadra UC Flash): svolta in collaborazione con le UC Winnipeg (conduttore Stefano Giorgi), Megan (conduttore Rosaria Cirillo), Lux (conduttrice Sara Fiorillo) e Cheyenne (conduttore Paolo Silvestri).

Luogo: Centola (Palinuro, SA), Spiaggia delle Saline, presso il lido dell'Urlo.

Pericolante: donna di circa 40 anni.

Stato della pericolante: in immediato pericolo di vita.

Livello di difficoltà: semplice per la UC Flash, perché l’operazione con grado di difficoltà più elevato per mare mosso è stata compiuta dalla UC Winnipeg e solo nell’ultimo tratto aiutata dalle altre UC presenti sul posto.

Descrizione dei fatti:  ore 12,20 circa. La UC Flash, presidiava la postazione fissa come caposquadra. Improvvisamente allertata dalla UC Megan per l’emergenza si portava sul posto il più rapidamente possibile insieme alla UC Lux. Intanto le UC Winnipeg e Cheyenne cercavano di raggiungere la pericolante. La signora era in prossimità di una secca a circa 80m dalla riva. Poi la forte corrente ha portato lei e il marito in una grossa buca a sinistra che tirava verso il largo, dove è andata in forte difficoltà e in panico perché non toccava più. Il marito se la cavava mentre lei ha iniziato a bere. Il marito cercava di fare qualcosa ma era tutto inutile a causa della corrente. La UC Winnipeg riusciva a raggiungere la signora superando le onde usando la tecnica a delfino con il cane e poi a nuoto. Agganciata la signora iniziava il percorso verso riva attaccato al cane. Intanto arrivavano le UC Flash e Lux che si ponevano in supporto nell’ultima tratto.


 Operazione 14: recupero pericolante – 18 agosto 2014

Luogo: Centola (Palinuro, SA), Spiaggia libera presso il lido Le Dune.

Pericolanti: 2 bambini 9 e 10 anni circa.

Stato della pericolanti: non in immediato pericolo di vita, perché a bordo di un canotto alla deriva per vento da terra.

Livello di difficoltà: semplice.

Descrizione dei fatti: ore 12,00 circa. La UC Flash stazionava presso il lido Le Dune quando il conduttore con il binocolo osservava 2 bambini su un canottino senza remi che tentavano di raggiungere la riva pagaiando con le mani, ma senza successo per il vento da terra. Poiché i bambini erano tra la gente e presumibilmente in prossimità dei genitori l’intervento non è stato eseguito subito, limitandosi a seguire i bambini con il binocolo. Il vento soffiava da terra con un angolo di circa 40° rispetto alla costa, per cui oltre ad allontanali dalla riva li spostava lateralmente. Dopo qualche minuto i bambini sono stati trasportati in acque alte a circa 80/100m dalla riva. Considerato che nessuno si era accorto della loro difficoltà è stato deciso l’intervento. La UC raggiungeva i pericolanti a nuoto, agganciava il cane al cordino del materassino che lo trasportava a riva tagliando trasversalmente il vento. L’approdo avveniva a circa 150 metri dall’ombrellone della famiglia che veniva raggiunto via spiaggia in pochi minuti. Quindi, i bambini erano riconsegnati ai genitori, che intanto si erano allarmati per la loro assenza.


 Operazione 15: recupero pericolante – 23 agosto 2015

Operazione di squadra (caposquadra UC Flash): svolta in collaborazione con le UC Winnipeg (conduttore Stefano Giorgi) e Dylan (conduttore Giancarlo Herman).

Luogo: Pisciotta (SA), Spiaggia libera presso il lido Mascalzone Latino.

Pericolante: 1 adulto 40 anni circa.

Stato della pericolanti: non in immediato pericolo di vita, ma in stato confusionale.

Livello di difficoltà: medio.

Descrizione dei fatti: ore 10,20 circa. La squadra individuava un uomo a più di 300 metri dalla riva in apparente galleggiamento regolare. Poco dopo la madre allarmata richiedeva l'intervento dichiarando che il soggetto era in inidonee condizioni psicofisiche. Le UC Flash e Winnipeg raggiungevano in pattino il soggetto, mentre la UC Dylan assisteva la signora visibilmente agitata a riva. Raggiunto l'uomo e constatato lo stato confusionale si decideva di trasportarlo a riva utilizzando uno dei cani, perchè ritenuto il mezzo meno traumatico, in quanto sul pattino erano stati montati remi eccessivamente corti, che ne rendevano la conduzione difficile e insicura. Il pericolante era aggangiato al cane Winnipeg e scortato dal pattino di salvataggio con a bordo la UC Flash fino a riva in sicurezza.


 Operazione 16: recupero pericolanti – 30 luglio 2016

Operazione di squadra (caposquadra UC Flash): svolta in collaborazione con le UC Pepe (conduttrice Gabriella Casillo) e Pelù (conduttore Vincenzo Salomone).

Luogo: Pisciotta (SA), Spiaggia libera presso il lido Mascalzone Latino.

Pericolante: 4 adolescenti.

Stato della pericolanti: non in immediato pericolo di vita.

Livello di difficoltà: Semplice.

Descrizione dei fatti: ore 14,00 circa. La UC Flash individuava 4 adoloscenti in difficoltà intorno ad una canoa da un posto danneggiata a circa 200 metri dalla riva. La UC Flash che era sola per la pausa dei colleghi teneva sotto osservazione i ragazzi che tentavano invano di raddrizzare la canoa. Dopo alcuni minuti verificato che i ragazzi non erano in grado di guadagnare la riva con la canoa, chiamava via radio le 2 unità in pausa e si diregeva a nuoto verso i ragazzi. Raggiunto il luogo iniziava a trainare la canoa verso riva con uno dei ragazzi attaccato. Subito dopo giungeva la UC Pepe che sostituiva la UC Flash nel traino della canoa, mentre la UC Flash prendeva in carico il ragazzo più in difficoltà attaccandolo al cane e trainandolo fino alle acque basse in sicurezza, dove era assistito anche dalla UC Pelù.


Operazione 17: recupero pericolante – 2 agosto 2016

Luogo: Centola (Palinuro, SA), Spiaggia delle Saline, presso il lido Le Dune.

Pericolante: maschio di 60 anni.

Stato della pericolante: in immediato pericolo di vita.

Livello di difficoltà: difficile per mare mosso e forti correnti di risacca.

Descrizione dei fatti: ore 14,30 circa. La UC Flash avvistava un uomo a oltre 100m dalla riva in evidente difficoltà. Osservato con il binocolo il pericolante richiedeva assistenza gridando aiuto (come dedotto dal labiale in quanto il rumore del mare copriva la voce). Immediatamente la UC Flash si gettava in acqua raggiungendo l'uomo e mettendolo in sicurezza con la presa tipica. Tuttavia, considerato che era in condizioni negative per evitare che bevesse altra acqua a causa delle onde la UC preferiva rigirarlo e attaccarlo al cane. Inoltre il pericolante era cinturato con un braccio e rassicurato. Il ritorno a riva è stato particolarmente difficile per le forti correnti di risacca. Dopo oltre 10 minuti la persona è stata tratta in salvo. Tuttavia, considerato che le condizioni psicofisiche del soggetto erano molto negative è stato allertato il 118 che ha deciso per il ricovero in ospedale.


Operazione 18: recupero pericolante – 10 agosto 2017

Luogo: Centola (Palinuro, SA), Spiaggia delle Saline, presso il lido Le Dune.

Pericolante: bambina di 5 anni circa.

Stato della pericolante: in immediato pericolo di vita.

Livello di difficoltà: semplice.

Descrizione dei fatti: ore 14,00 circa. La UC Flash notava una bambina sul materassino che tentava di superare la buca per raggiungere la nonna sulla secca antistante. Improvvisamente il materassino si rovesciava allontanandosi dalla bambina che andava in grave difficoltà. La sorellina di 8 anni circa nel tentativo di soccorrerla veniva spinta sotto. Considerata la distanza di non più di 20m si è ritenuto di non usare il cane. Le 2 bambine sono state raggiunte in pochi secondi e separate. Verificata la galleggiabilità della più grande, solo la più piccola è stata tratta a riva.


 Operazione 19: recupero pericolante – 27 agosto 2017

Operazione di squadra (caposquadra UC Flash): svolta in collaborazione con la UC Enea (conduttore Carmine Nunziata).

Luogo: Centola (Palinuro, SA), Spiaggia delle Saline, presso Baia degli Angeli.

Pericolante: uomo di 29 anni.

Stato della pericolante: non in immediato pericolo di vita.

Livello di difficoltà: semplice.

Descrizione dei fatti: ore 12,00 circa. La UC Flash controllava con il binocolo un gruppo di ragazzi che soggiornava da lungo tempo presso una boa a circa 300 metri a sinistra della postazione. Non erano evidenti segnali di difficoltà o richieste d'aiuto. Tuttavia, arrivava l'informazione che uno dei ragazzi era in stato di ansia. Pertanto le 2 unità cinofile presenti sul posto dopo una rapida corsa si tuffavano in acqua e raggiungevano il pericolante. Verificato l'effettivo stato di ansia del soggetto il quale dichiarava di non essere in grado di staccarsi dalla boa, le 2 unità cinofile riuscivano a convingerlo ad attaccarsi ai 2 cani Flash ed Enea, malgrado il tremore, che lo trascivano fino alle acque basse scortati dai 2 conduttori.